Home > Economia > Tobin Tax

Tobin Tax

Come dimostrano le due recenti manovre economiche varate dal governo italiano nell’estate 2011, di questi tempi tutto può essere sacrificato sull’altare del dio mercato. Welfare, lavoro ed equità sono naturalmente le prime vittime, ma oggi si va oltre: per stupidità o incapacità, la destra pseudoliberale, in nome della stabilizzazione del bilancio sacrifica un pilastro del capitalismo: la crescita.

L’operazione culturale di supporto a questa politica è far ricadere la colpa sul nuovo nemico pubblico: speculatore.

La cosa che non si dice è che la linea di demarcazione tra investitori belli, bravi e unti dal signore (prrr) e i famigerati speculatori è più che altro un mito. L’investimento finanziario non serve affatto a finanziare l’economia reale.

Purtroppo la situazione è molto più grave di quanto si dica. Grazie alla riforma del T.F.R. voluta da Tremonti, quando un lavoratore va in pensione la “liquidazione” nella gran parte dei casi viene affidata a fondi di investimento. Da un lato ciò significa che le pensioni integrative di milioni di lavoratori (vedi fondo Cometa) sono nelle mani del dio mercato, dall’altro che allo stato attuale tutti noi alimentiamo in qualche modo la speculazione.

 

Una discriminante vera tra un risparmiatore che irretito dalle banche gioca d’azzardo sui mercati finanziari ed un fondo speculativo è il numero netto di transazioni effettuate dal capitale.

Mentre quello che si definisce un risparmiatore fa un investimento e spera tutto il tempo che la cedola maturi, uno speculatore (o un hedge fund) compie decine, centinaia, a volte migliaia di transazioni quotidiane per trarne il maggior profitto possibile.

Si tenga presente che negli anni ’70 i prodotti finanziari si compravano per telefono, chiamando un trader o una banca che effettuava materialmente l’operazione. Invece oggi un computer collegato ad internet fa di tutti noi potenziali trader, generando un numero di transazioni (spesso speculative) milioni di volte maggiori di quelle possibili 20, 30, 40 anni fa.

 

Nel 1972 Mr. James Tobin (premio Nobel per l’Economia 1981), propose di tassare tutte le transazioni valutarie con un’aliquota tra lo 0,05% e l’1%. L’idea era, di penalizzare le speculazioni valutarie a breve termine con il duplice obbiettivo di stabilizzare i mercati e, contemporaneamente, ricavare entrate da destinare alla comunità internazionale.

In realtà Tobin non era un santo. È solo che allora, al contrario di oggi, avere un mercato finanziario stabile era una cosa positiva per tutti. Oggi l’instabilità produce una valanga di profitti per le poche multinazionali finanziarie capaci di influenzarla a scapito della vita di miliardi di esseri umani.

L’esplosione del prezzo dei cereali, il crescente prezzo dei carburanti, fluttuazioni mistiche dei cambi, attacchi ai titoli di stato ed il famoso rating di qualsiasi prodotto finanziario sono pochi esempi di cosa produce il dio mercato.

 

Noi non pensiamo chela TobinTaxsia una soluzione a tutto ciò (l’unico vero problema è e rimane il capitalismo), ma la sua istituzione servirebbe a ridistribuire una minima parte di questi profitti generati al di fuori del lavoro.

 

Ps Secondo Wikipedia, con un tasso dello 0,1%la TobinTaxgarantirebbe ogni anno all’incirca 166 miliardi di dollari, il doppio della somma annuale necessaria ad oggi per sradicare in tutto il mondo la povertà estrema.

Una tassa del 0,1% significa pagare 10 euro per un’operazione di 10.000 euro.

Che cazzo, mica vi viene il braccino!?

Annunci
Categorie:Economia Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: