Strumenti di lotta, cultura e benessere

fist1Lo Stato ci rifiuta. Ogni articolo non pienamente applicato della Costituzione è un “piccolo” fallimento quotidiano delle Istituzioni che ci escludono ed emarginano. Nei nuovi  populismi, sempre più spicci, ci si definisce “cittadini”, evocando la partecipazione (al sistema) per fare la “rivoluzione” contro lo stesso sistema che si contribuisce a formare.

La realtà è un’altra: è la non cittadinanza a dominare le nostre vite. Lo si capisce anche solo dalla prima parte dell’art. 1 della Costituzione: L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. Quindi le 6.000.000 di persone che non hanno un lavoro non rientrano nel fondamento della Repubblica. Rifiutati da uno Stato che ha fallito su tutto: ambiente, precarietà, debito, carceri, mafia, ma soprattutto nel rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che,limitando di fatto la libertà e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. (art. 3).
Eppure rimaniamo tranquilli e speranzosi. Una definizione di propaganda di Alex Carey può aiutarci a capire come: “Il XX secolo è stato caratterizzato da tre sviluppi di grande importanza politica: la crescita della democrazia, la crescita del potere economico, e la crescita della propaganda per proteggere il potere economico dalla democrazia.”

Finchè ogni sera torneremo nella nostra scatoletta (casa) a confrontarci con un’altra scatoletta (tv), cercando amore e conforto in moglie e figli e, nel peggiore dei casi, in un dio che ti intima di porgere l’altra guancia, possiamo solo cercare di non vedere le gabbie che ci circondano.

Ci servono esperienze di vita collettiva in luoghi sottratti a al potere economico ed allo Stato.
Oggi il miglior strumento di lotta, cultura e benessere che abbiamo è l’occupazione: la costruzione di zone che rifiutino lo Stato in cui far prosperare la non cittadinanza.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: