Home > Economia, News, Società > Arrivano i soldi!

Arrivano i soldi!

corporationI mercati si fidano dell’Italia! Crescono gli investimenti esteri in nel nostro Paese! Tutti felici e contenti per la rassicurante notizia. Purtroppo però questa felicità è frutto della decodifica ideologica con cui viene raccontata questa storia. L’ideologia è il neoliberismo o, più in generale, il capitalismo.

Parole positive come “fiducie” ed “investimento” nascondono una parola molto meno apprezzata: “debito”. Debito privato (non pubblico) in questo caso. Qualcuno si accorge dell’incongruenza? Debito privato; bene. Debito pubblico; male. Strano racconto, soprattutto considerando che fino all’82, il pubblico prestava soldi, a tassi bassissimi, contro l’attuale strozzinaggio dei mercati (di banche e privati). Ma questa è un’altra storia.

Insomma, festeggiamo perché banche, fondi di investimento, più o meno speculativi e altri pescecani internazionali ci presteranno soldi per finanziare la famigerata crescita. Ricordiamo che questa dinamica è l’essenza del capitalismo: alcuni soggetti raccolgono i risparmi dei lavoratori e li prestano, con un tasso di interesse, ad industrie, aziende etc. per finanziare produzione o altre attività. Il capitalismo si fonda sul debito. Vista così, l’ideologia capitalista appare un po’ meno attraente di come viene presentata di solito. Ma continuiamo a ragionare in questa ottica.

Notiamo, con un po’ di sciovinismo, che questo prestito estero dovrà essere comunque  ripagato, e gli interessi arricchiranno gli investitori di altri paesi.

Ecco il dunque: se questi prestiti verranno usati per fare qualcosa di utile, ben vengano. L’esempio classico è la costruzione di un ponte, ma non ci riferiamo alla puttanata propagandistica berlusconiana di un ponte di oltre tre chilometri sullo stretto di Messina. Non una grande opera utile solo a banchieri e lobby cementifere e devastanti per l’ambiente. Diciamo una piccola opera a carattere locale, che accorciando il tragitto viene consumato meno carburante dai veicoli in transito, con effetti positivi sulla bilancia dei pagamenti e, sul lungo periodo, sull’ambiente. In più, gli automobilisti guadagnano tempo, quindi benessere.

Purtroppo la realtà è un’altra: questi soldi finiranno in una serie di speculazioni che massimizzeranno i profitti in tempi bassissimi. Gli esempi classici qui sono le speculazioni edilizie o le strutture criminali di smaltimento rifiuti che tutti conoscono.

Esistono delle regole e delle leggi per distinguere questi due modi diversi di spendere questi soldi avuti in prestito. Regole che, ovviamente, frenano questo afflusso di capitali. Oggi, attrarre nuovi investimenti (nuovo debito), Renzi e il PD vogliono riformare queste leggi. Questi sono gli alfieri del neoliberismo italiano.

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: