Home > Ambiente, Economia, News, Scienze > ILVA & riforme

ILVA & riforme

inceneritore5Attualmente la parola più usata dalla politica italiana è: “riforma”.  Ci bombardano con un brutto  mantra che attribuisce la pessima situazione in cui versa l’Italia a “40 anni di riforme mancate”. A pensarci bene però un bel po’ di riforme, soprattutto economiche, ci sono state. Ad esempio la legge 40, subdolamente intestata a Biagi, che ha istituzionalizzato il precariato. O la riforma Foriero, o come le “grandi” privatizzazioni degli anni ’90.
Sono queste riforme che danno un apporto fondamentale al degrado attuale. Lo stato di semi-cittadinanza in cui sono relegati precari e pensionati, le angherie che subiscono i pendolari, l’esplosione dei costi dell’energia e dei pedaggi autostradali, sono tutte cose che peggiorano la nostra vita, senza per altro ingrassare le casse statali. Lo voglio ricordare: privatizzare significa dare a qualcuno il potere di ricavare profitto dalla vendita del servizio privatizzato. L’enorme aumento del debito pubblico e la concentrazione della ricchezza nelle mani di pochi, derivano dal fatto che lo Stato spende di più per l’acquisto di questi servizi di quanto non spendeva per gestirli “in house”.
Anche la  privatizzazione dell’ILVA, passata dal controllo pubblico (tramite l’IRI) alla famiglia Riva, ha prodotto le devastazioni ambientali che solo oggi seguiamo sui media nazionali. Nel gergo capitalista i danni alla salute della popolazione e all’ambiente, vengono chiamate “esternalizzazioni”: trasferire al di fuori dell’azienda determinati costi. È quello che i Riva fanno da anni per massimizzare i loro profitti. È il senso delle privatizzazioni.
Visto i brillanti risultati di queste riforme non possiamo non tremare riascoltando questa ambigua parola. Per il resto l’ILVA va levata al più presto dalle sporche mani dei Riva.

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: