Home > Economia, News, Società > Utili ritardi

Utili ritardi

privatizationIn questi giorni si parla molto del pagamento dei debiti che lo Stato ha verso una miriade di artigiani ed aziende. Più di 70 miliardi di euro. Davvero non male. Fin ora il centrodestra pensava di risolvere il problema trasformando i debiti in crediti fiscali o facilitando il prestito bancario. Grandi cazzate; fare debiti coi banchieri usurai per avere ciò che lo Stato avrebbe già dovuto pagare. È assurdo, eppure è così che và. Fino a quando lo strozzinaggio non porta al fallimento, a nuovi licenziamenti e, sempre più spesso, a dolorosi suicidi.
È chiaro che questa montagna di soldi va pagata al più presto per dare un po’ d’aria all’economia reale. Vi invito però a fare una riflessione più profonda su questi soldi: la maggior parte di questo debito deriva dall’acquisto di servizi che anni fa erano prodotti “in house”. Poi, con le privatizzazioni, questi servizi sono stati esternalizzati.
Se i servizi fossero in house i salari di chi li produce materialmente sarebbero pagati a scadenza. Invece con l’esternalizzazione la P. A. paga con un ritardo superiore ai 180 giorni.
Un prestito di 70 miliardi (per sei mesi) al 5% costerebbe 3,5 miliardi di interessi. Quindi se lo Stato dovesse chiedere un prestito per pagare subito i servizi, dovrebbe pagare questi interessi. Invece se lo Stato paga, con lo stesso ritardo, questi servizi acquistati dai privati, non paga nessun tipo di interesse.
Morale della favola: le privatizzazioni servono a trasferire gli interessi sul debito dalla pubblica amministrazione ai privati e non per migliorare l’efficienza come ci hanno sempre detto.

 

 

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: