Home > News, Società > Keep Riot and Carry On

Keep Riot and Carry On

keep-riot-and-carry-onPare che il mondo si sia diviso in pro-Grillo e anti-Grillo, un po’ come fino a poco fa lo era (e lo è ancora!) in pro-Berlusconi o anti-Berlusconi. Non è cambiato granché in fondo. Succedono i drammi familiari perché il compagno X ha votato Grillo e il compagno Y non se ne capacita. Trai primi, c’è chi ha votato Grillo perché ha fiducia nel M5S o nel suo “caro leader” (in entrambi o in uno solo di essi), e c’è chi gli ha dato il voto in base ad una determinata strategia (ad esempio quella dei CARC).

Traditori? Imbecilli? Compagni che sbagliano? Gli unici che hanno capito qualcosa? Tutto può essere.

Non ha senso prendersela con la singola persona che ha votato in un certo modo piuttosto che in un altro (o che semplicemente non è andata a votare). Non ha senso perché un singolo voto non spiega questo, e perché le elezioni sono solo un tassello di un puzzle di tanti pezzi che compongono la politica, e infine perché le guerre sante non hanno mai portato a niente di buono (argomento ampiamente discusso qui).

La vera vittoria è di Grillo, perché è Grillo che tiene la situazione in mano e che decide le regole del gioco, gli altri lo seguono (fino al punto che qualcuno nel PD gli ha proposto di fare un blog insieme!). Il risultato al netto della bile è che a sinistra non si fa altro che discutere di regolamenti costituzionali, di governi e di fiducie, di mercati, responsabilità e di governabilità.

Un governo stabile è un valore in senso assoluto? E il caos è sempre una condizione favorevole? O bisogna analizzare le situazioni in base al contesto in cui ci troviamo?

Siamo a un punto critico, l’incendio potrebbe (potrebbe?) scoppiare da un momento all’altro, e non è un caso che stiano spuntando pompieri a ogni angolo. Se siamo fortunati presto le cose potrebbero essere più chiare: a pochi giorni dal 15 marzo, ormai l’iniziativa sarà ancora una volta di Napolitano (e vediamo se cacherà un Monti come l’hanno scorso).

Bisogna capire se a questo ballo in maschera ci si va con gli idranti o con le molotov. Nel dubbio, forse molti preferiranno restare casa.

 

 

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: