Home > Ambiente, News, Società > Rio+20, 350ppm e la crisi climatica

Rio+20, 350ppm e la crisi climatica

“Quarantonove pagine di pie intenzioni. Di buoni propositi ambientali. Di desideri ecologisti. Ma niente target, niente soldi, niente strumenti operativi. E’ la bozza di accordo uscita da una settimana di lavoro preparatorio della conferenza Onu sullo sviluppo sostenibile”. Così inizia un modesto articolo diLa Repubblicasulla conferenza di Rio+20 sul cambiamento climatico.
Tutte stronzate. L’unico dato scientifico che conta per preservare il pianeta dal cambiamento climatico è 350 ppm (parti per milione). Questo numero rappresenta la concentrazione di anidride carbonica chela Terrapuò sostenere.
Lo stato attuale vede una concentrazione di CO2 di 392 ppm in continuo aumento.
Mangiare cibi di stagione a km 0 e meno carne, non usare auto ed ascensori, non comprando cose inutili e non lasciare apparecchi elettrici in stand by, sono tutti modi per ridurre il nostro contributo all’aumento della concentrazione di CO2, ma se non cambia il paradigma di sviluppo, siamo destinati a distruggere il mondo.
Fin quando 350 ppm non sarà un obbiettivo chiaro e riconosciuto da tutti (dai governi all’uomo della strada) non faremo passi avanti per risolvere l’incombente crisi climatica. Visita 350.org

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: