Home > Economia, News, Società > 4 giugno – piazza Tienanmen

4 giugno – piazza Tienanmen

I media neanche vanno oltre il trafiletto di rito. Oggi si ricorda la protesta senza mai provare a ricordare i motivi che la innescarono.
La manifestazione è stata soprattutto un’immagine: l’esile studente che ferma una colonna di carri armati. Immagine fortissima, sognante, ispiratrice, epica; l’uomo che da solo ferma il mostro meccanico, braccio armato del sistema. La foto diventa il simbolo di lotta contro la tirannia comunista.
Purtroppo un messaggio mediatico così potente ha travolto i motivi della protesta.
Wang Hui, uno degli organizzatori delle manifestazioni, nel libro Nuovo Ordine Cinese spiega chiaramente che le proteste non erano contro il Partito Comunista, ma erano contro le riforme economiche di stampo liberista volute da Deng Xiaoping. O meglio, gli studenti si mobilitarono contro l’apertura della Cina al libero mercato senza una contemporanea riforma politica che desse al popolo un minimo di controllo democratico sul mercato. Tutto sconvolgentemente attuale. La repressione fu brutale. Tra i 7.000 e i 12.000 morti.
Gli studenti videro bene. Oggila Cinaè un gigante capitalista fondato sullo sfruttamento del lavoro di un popolo senza diritti civili, dominato da una super casta di burocrati – politici. Altro che comunismo.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: