Home > News, Società > Una nomina per stimolare l’escalation

Una nomina per stimolare l’escalation

Vi siete mai domandati perché il terrorismo è endemico in Italia? Il sociologo Luigi Manconi nel bel libro terroristi italiani indica come primum movens del terrorismo della storia repubblicana la bomba di Piazza Fontana. Immediatamente dopo l’attentato lo Stato ha ampiamente dimostrato di non voler fare chiarezza sulla strage e non voler dare giustizia ad un’intera generazione di giovani che già metteva in discussione i canoni sociali (borghesi) dell’epoca. Questo comportamento dello Stato provocò per una fetta consistente del popolo italiano una rottura del patto sociale, che è sfociata in innumerevoli movimenti di insorgenza, lotta armata e terrorismo.
Ora come allora siamo in un momento di forte stress del patto sociale. Da anni numerosi governi di destra attuano politiche neoliberali poi sfociate nella attuale crisi economica. Un nuovo governo, ancora fondato su liberismo ed ideologie destrorse, invece di garantire giustizia sociale, pensa di uscire dalla crisi sottraendo risorse alla parte più debole della società.
Vi meraviglia un ritorno di fiamma di insorgenza, lotta armata e terrorismo?
In questo bel quadro di crescente instabilità e disagio sociale, la ministra dell’interno, lancia l’allarme di una possibile escalation degli episodi terroristici. Poi, per buttare benzina sul fuoco, il consiglio dei ministri, nomina il porco Gianni De Gennaro sottosegretario di Stato delegato per la sicurezza della Repubblica.
Una bella ricompensa per chi ha gestito il G8 di Genova da capo della polizia. Una bella e felice pagina di abusi, soprusi, violenza, tortura e uccisioni eseguiti sotto il comando del capo banda De Gennaro.
Come puòla Repubblicaaffidare la sua sicurezza ad uno sbirro condannato nel merito per induzione alla falsa testimonianza? Va detto che poila Cassazioneha assolto De Gennaro, ma in uno Stato così compromesso ci si può fidare di tali giudizi?

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: