Home > Ambiente, Economia, Società > Stabilità dei profitti, instabilità del lavoro

Stabilità dei profitti, instabilità del lavoro

È estremamente interessante osservare che, per il lavoratore, la stabilità è un diritto sempre meno riconosciuto, mentre per le aziende la stabilità è un valore assoluto.
Questo fatto può essere facilmente verificabile guardando i contratti di forniture dei servizi venduti dai privati alle pubbliche amministrazioni. Ad esempio si osserva come nel servizio di smaltimento dei rifiuti tramite incenerimento. Le aziende proprietarie dei termovalorizzatori (o inceneritori) pretendono dalle pubblica amministrazione dei contratti in cui le stesse amministrazioni si impegnano a fornire un volume di rifiuti non inferiori ad una determinata soglia. In caso il conferimento dei rifiuti risultasse inferiore alla quantità stabilita le amministrazioni pubbliche sarebbero costrette a pagare multe molto salate.
Tralasciando il giudizio sul circolo vizioso innescato da questi contratti, che ostacola ogni politica di riduzione a monte dei rifiuti, concentriamoci sul significato economico di queste pratiche: la quantità di rifiuti destinati all’incenerimento è soggetta a una miriade di fattori, non ultima la quantità di raccolta differenziata. Con questi contratti le aziende immunizzano i propri profitti svincolandoli dalle forniture non costanti di “materia prima”. Morale della favola incassi stabili.
Incredibilmente se si parla di lavoro la prospettiva si capovolge. Il “posto fisso” non è più visto come fattore stabilizzante per la gente, la famiglia o la società, ma esclusivamente come una voce fissa di spesa difficile da esternalizzare.
Questo rispecchia perfettamente l’ideologica dominante (neoliberismo) che in nome del Dio mercato sviluppa politiche volte a favorire le grandi aziende, spesso a danno dei diritti dei lavoratori e dell’interesse pubblico.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: